La macchina dei fuochi

I fuochi d’artificio si eseguivano in piazza dell’Olmo o piazza Occidentale, ora piazza Cavour, sino alla fine del 1850. Si trattava di girandole, di cerchi che si innalzavano di poche decine di metri e poi con un finale di schioppettii ove appariva un quadro sulla storia della Madonna e le più volte era il quadro dell’Apparizione. Questi fuochi pirotecnici venivano eseguiti sulla “macchina dei fuochi”, un apparato in legno, gran- dioso, appositamente costruito e di un certo valore in quanto vi erano collocate numerose statue, angeli e putti in legno, e qualcuno di car- tapesta ben colorata e decorata.

La Macchina dei fuochi era collocata di fronte all’attuale Galleria Montallegro. I cittadini si disponevano a anfiteatro definito con sedie e si godevano lo spettacolo. Tutto questo accadeva nelle prime ore dopo mezzanotte.

Quando venne costruita la strada per la stazione ferroviaria (prima era un viottolo di campagna) i “fuochi” si trasferirono sulla piazza della stazione, sempre collocati sulla “macchina dei fuochi”. Col traffico ferroviario in aumento, dopo la guerra libica i fuochi furono trasferiti nello spiazzo del ponte Annibale.

Durante l’alluvione del 1915 la furia delle acque scardinò la porta del magazzino di vico dell’Olmo ove erano custoditi i pezzi della macchina dei fuochi: l’intero apparato venne trascinato via e non si recuperò mai più nulla.

Siccome la macchina dei fuochi era stata dichiarata monumento nazionale dall’Intendenza delle Belle Arti della Liguria ci fu anche l’interessamen- to di questo ente per trovare qualche resto sulle spiagge liguri, ma nulla venne mai recuperato. Dopo la guerra mondiale i fuochi con palchi provvisori si eseguivano sul molo-pennello posto alla radice del torrente Boate.

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "permettere cookie" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi