Cristo della Madonna

Nell’Oratorio dei Bianchi a Rapallo sede della Confraternita della Sacratissima

Vergine Maria Madre di Dio,del Protomartire Santo Stefano e della SS. Trinita’ é

“gelosamente” custodito il Crocefisso Processionale bianco detto “della Madonna”.

Del peso di Kg. 97 deve il suo nome alla dedica a N.S. di Montallegro.

Anche per questo motivo é il piu’ importante della Confraternita. Infatti durante la Solenne Processione del 3 Luglio é sempre il Crocefisso piu’ vicino all’Arca della Vergine.

La statua in legno é attribuita alla bottega del Maragliano (1654/1741) ed é di

antica e preziosa fattura.

Da documentazione recentemente consultata dagli archivi della memoria possiamo

rioordare:

” I documenti esposti negli anni 1806/1807/1808 sembrano dimostrare che sin dagli

anni 1806/1807/1808 gia’ esistesse un qualche ordine fra i quartieri di Rapallo

riguardo alla processione del terzo giorno di Luglio. Inperocché ci dicono che il

Crocefisso bianco fu portato nel 1806 dal “quartiere di Borzoli”, nel’1807 dal

“quartiere di Seglio” ,nel 1808 dal “quartiere dei SS. Gervasio e Prota-

sio” sotto il qual nome in quei tempi indicavasi il quartiere oggi di solito

indicarsi col nome di Costaguta.

Negli anni 1809,1810,1811,1812,1813 nessuno dei documenti qui esposti lascia

vedere l’ordine fra i quartieri. Ma NEl 1814 troviamo nuovamente il Crocefisso

bianco portato dalla Cappella dei SS. Gersasio e Portasio” e nel 1815 “Cappella di

San Michele”, nel 1816 “Cappella di Cerisola” come si vedra’ piu’ innanzi.

Nel 1817 nuovo silenzio, dopo il quale, nel 1818 i documenti ricominciano e

continuano in seguito a mostrare la successione dei quatieri nel portare il Croce-

fisso bianco col seguente ordine: S. Bartolomeo, San Rocco-Seglio,Costaguta,

San Michele, Cerisola, Cappelletta. Riguardo gli anni 1809,1810,1811,1812,1813

si osservi che se il quartiere allora nominato dei SS. Gervasio e Protasio,ed oggi

Costaguta, porto’ il Crocefisso bianco nel 1808 e nel 1814, secondo l’ordine

costantemente osservato nei tempi posteriori il “porto’” del Crocefisso bianco

sarebbe spettato nel 1809 a S. Michele,nel 1810 a Cerisola, nel 1811 a

Cappelletta, nel 1812 a San Bartolomeo, nel 1813 a Seglio.

La deliberazione 1814 ventisei giugno esposta nell’anno 1814 dice che il

26 giugno 1814 i Massari della Cappella dei Santi Gervasio e Protasio chie

sero di avere il Crocefisso bianco “secondo il consueto”. Tali parole signi

ficavano che negli anni antecedenti certamente si era portato il Crocefisso

bianco dell’Oratorio della Processione di Montallegro, e si può opinare con

probabilita’ che sia stato portato dai vari quartieri secondo l’ordine suddet

to. E’ anche da notare che negli anni 1811,1812,1813 l’Oratorio dei Discipli

nanti, come tutti gli altri Oratori, stette chiuso per le leggi Napoleoniche,

passando gli arredi alla Chiesa Parrocchiale; A causa di tale chiusura si puo’

attribuire la mancanza di documenti circa il portare del Crocefisso .

Si possono altresì notare che nel documento 1803 – 3 Luglio le parole Crocefisso

portato dal quartiere di Borzoli, facilmente secondo il linguaggio del tempo si puo’

intendere come il quartire di Borzoli il quartiere di S. Bartolomeo e non

S. Bartolomeo-Seglio insieme, tale caratteristica venne conservata dal 1808 al 1816

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "permettere cookie" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi