La Sparata dei Ragazzi

197076_160889400635018_100001418773218_341632_6963011_n

La sparata dei ragazzi 

La sparata dei ragazzi all’origine si teneva quando l’arca della Madonna si trovava sul ponte San Francesco; era nel greto del torrente perché non era stato ancora coperto.

Poi i ragazzi, risparmiati pochi soldi, davano fuoco ai mortaretti, magari rubati ai sestieri durante le sparate, e salutavano così a loro modo la Madonna.

In seguito si fecero in comitato e, andando a questuare, la sparata divenne una delle più belle attrattive.

Alla fine di questa bella e lunga sparata si alzavano dal castello centinaia di razzi dai colori variopinti che si spargevano nel cielo e la gente al seguito della processione applaudiva a lungo. 

(da Antonio Scazzola)

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "permettere cookie" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi