Sestiere Seglio

Il Sestiere Seglio, chiamato anche San Rocco dal Santo Patrono, fa parte della Parrocchia dei Santi Gervasio e Protasio ed il suo territorio occupa il settore orientale del Comune di Rapallo.

Il toponimo “Seglio” deriva dalla voce dialettale “seggio” che significa sedile; questo per la conformazione tipica del territorio del Sestiere.

Anticamente Seglio apparteneva al Sestiere Borzoli, uno dei sei che componevano il Capitaneato di Rapallo; nell’anno 1608 da un punto di vista insediativo Borzoli e Seglio insieme contavano 925 abitanti distribuiti in 200 fuochi.

Questi due Sestieri sono rimasti unificati a lungo, tanto e’ vero che ancora intorno al 1930 si parlava di Borzoli di qua di San Bartolomeno e di borzoli di la’ con la Cappella di San Rocco.

L’edificio, costruito intorno al 1497 su una piccola altura, nel contesto del quadro antropico, economico e politico del territorio, fu dedicato a Santa Maria del Poggio o del Seglio.

Durante la pestilenza degli anni 1656-1657, Rapallo volle intitolare una Cappella al Santo protettore contro la peste; per questo fu scelta quella di Santa Maria e da allora il titolo di San Rocco prevalse.

Nel 1763 vi risiedeva ancora un cappellano nominato dall’Arciprete di Rapallo e Don Giovanni Bosco, nel Giovedi’ Santo del 1884 celebro’ solennemente la S. Messa durante la sua permanenza a Rapallo presso la Villa Tigullio in uno dei suoi numerosi viaggi e Sant’Antonio Gianelli nel 1809 trovo’ rifugio in questo sacello, trasse dal volto della Vergine Assunta e di San Rocco fede e amore.

La festa in onore di San Rocco si celebra il 16 Agosto con funzioni religiose.

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "permettere cookie" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi