Origine dei mortaletti

I mortaretti si dice siano stati importati dalla sicilia. Da un certo Sig. Pesca, commerciante di cereali.

Questo signore aveva sposato una della famiglia Fontana, allora proprietari dei caseggiati di piazza Orientale o Da Basso (l’attuale piazza Garibaldi) uno dei più ricchi casati di allora.

Portò il culto anche in parrocchia di S. Rosalia e S. Lucia che nel XVII secolo vennero proclamate compatrone dell’attuale Basilica.
Dunque, i mortaletti furono portati nel detto secolo, mentre i “fuochi” si conoscevano già.

I mortaletti erano fino alla fine dell’Ottocento di ghisa, mentre nei primi anni del secolo scorso i Sestieri, man mano che avevano risparmiato qualche soldo li sostituirono con un il ferro, materiale più sicuro.

Prima di allora qualche mortaretto infatti si spaccava, con pericolo per le persone.

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. maggiori informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "permettere cookie" per offrirti la migliore esperienza possibile di navigazione. Se si continua a utilizzare questo sito web senza cambiare le impostazioni dei cookie o si fa clic su "Accetto" di seguito, allora si acconsente a questo.

Chiudi